Wargame

Dipingere soldatini di piombo, collezionarli, ricercare con pazienza informazioni su divise, reggimenti, bandiere e poi simulare una battaglia storica: uno degli hobby più belli, gratificanti e … faticosi che si possa immaginare. Le pagine di questa sezione raccontano di questa nostra passione, delle nostre fatiche e dei nostri successi (sugli insuccessi stendiamo un velo pietoso).

Quello che segue è un elenco dei regolamenti che usiamo o che abbiamo usato in questi anni di intensa attività ludica e wargamistica.

A la guerre …

A la Guerre… è un regolamento per wargame 3D sviluppato da Gualtiero Grassucci, e testato dai soci della Lu(ri)doteca, per il XVII e il XVIII secolo. Per A la Guerre… è stato realizzato un sito web apposito – alaguerre.luridoteca.net – in continuo sviluppo sul quale potete trovare informazioni, esempi, tutorial, ma soprattutto le liste eserciti (Guerra dei trent’anni, Guerra della grande alleanza, Guerra dei sette anni, Grande guerra del nord, guerre di successione austriaca e polacca, …) e scenari.

Le due versioni del regolamento sono gratuite e si possono scaricare dal sito nella pagina download.

Chiari 1701
La battaglia di Chiari 1701ricostruita con miniature in scala 6mm e giocata con il regolamento A la Guerre…

Fleet Action Imminent

Fleet Action Imminent (FAI) è la versione per la Prima Guerra Mondiale di General Quarters III, regolamento navale per la Seconda Guerra Mondiale, pubblicato da Old Dominion GameWorks.

Il regolamento è semplice nelle meccaniche di base ma consente un approfondita e stimolante simulazione degli scontri navali combattuti all’inizio del secolo XX. Sono fornite le schede – ship log – per le navi di moltissime marine militari dei paesi coinvolti nel conflitto e apposite sezioni permettono di aggiungere alla simulazione dirigibili, aerei e sommergibili (a dire la verità per questi ultimi due aspetti è necessario possedere anche il regolamento General Quarters III).

La Lu(ri)doteca utilizza Fleet Action Imminent (FAI) per ricreare sul tavolo da gioco le battaglie e le campagne nel mare Adriatico durante la Prima Guerra Mondiale. In questo sito c’è una pagina dedicata a Fleet Action Imminent.

Ancona 1915
La squadra italiana nello scenario Ancona 1915 presentato ad Hellana 13 (Agliana – PT)

Napoleon’s Battles

Per il periodo napoleonico usiamo (in realtà usavamo, in questo periodo il napoleonico è un po’ in disparte) un solo regolamento, Napoleon’s Battles, edito in origine dalla Avalon Hill. È disponibile anche, solo per uso interno, la traduzione in italiano del regolamento originale Napoleon’s Battles, completato con le errata-corridge degli stessi autori. Nella traduzione, in formato PDF, sono inserite, inoltre, le house rule della Lu(ri)doteca (appaiono subito dopo la regola originale che modificano o correggono). Un vero compendio su Napoleon’s Battles, da non perdere!

Sempre relativamente a Napoleon’s Battles è disponibile una modifica al regolamento – ordini e attivazione – che ha il duplice scopo di:

  • simulare quei ritardi e quelle incomprensioni che spesso si verificarono sui campi di battaglia nella trasmissione ed interpretazione degli ordini, qui introdotte attraverso un tiro di dado che rappresenta l’ordine che il superiore invia ai subordinati;
  • rendere il turno interattivo in modo che il movimento delle due parti, sia se non contemporaneo, almeno alternato secondo un avvicendamento dei due giocatori che dipende dalla priorità ordine ricevuto.

Questa variante del regolamento originale la potete scaricare qui.

Wings of War

Wings of War (WoW), o anche, per motivi commerciali, Wings of Glory, è una simulazione di biplani della Prima Guerra Mondiale (ma ne esiste una variante per la Seconda) che si basa su un’idea tanto semplice quanto efficace per il movimento degli aerei. In pratica ad inizio turno il giocatore pianifica le proprie mosse nelle tre fasi del turno di gioco scegliendo tre carte manovra dal mazzo a sua disposizione, ogni mossa è eseguita ponendo la carta manovra davanti la base dell’aereo (o della carta che lo rappresenta) e spostando l’aereo così come indicato dalla carta manovra. L’altezza del biplano, giocando con le carte aereo, è indicata da appositi segnalini mentre con le miniature si ottiene un risultato migliore grazie al supporto che sorregge l’aereo sulla propria base regolabile in altezza.

Può essere giocato su un tavolo o su una superficie piana di qualsiasi dimensione con le carte aereo fornite con le scatole del gioco oppure con le miniature. Wings of War è un gioco inizialmente prodotto e distribuito dalla Nexus Game, nella sua nuova versione – Wings of Glory – è distribuito da Ares Games.

Aquile di Tela

Aquile di Tela (Canvas Eagles!) è una simulazione dei duelli aerei nei cieli di una Europa sconvolta dal primo conflitto mondiale. Il regolamento, le schede degli aerei ed altro materiale sono disponibili sul sito Blue Max/Canvas Eagles. Vai alla pagina dedicata …

Signal Close Action

Signal Close Action è un regolamento navale, epoca napoleonica (scala 1:1200), prodotto e distribuito da Rod Langton. Lo stesso autore ha realizzato un regolamento introduttivo, indirizzato ai neofiti, rapido e piacevole: Signal Close Action-Fast Play. Vai alla pagina dedicata …

Trafalgar 1805
Una fase della battaglia di Trafalgar ricostruita con il regolamento Signal Close Action

Cannoni in batteria!

Cannoni in batteria! è ancora un regolamento navale ambientato nel periodo napoleonico, ideato e progettato da Gualtiero Grassucci per la Lu(ri)doteca, ormai un po’ trascurato perchè l’associazione ha adottato Signal Close Action. Rispetto a quest’ultimo, Cannoni in batteria! concentra l’attenzione sulle azioni del capitano della nave, piuttosto che sull’azione della squadra. Vai alla pagina dedicata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *