Trafalgar, II parte: Condizioni di vittoria

Il regolamento Signal Close Action, pur completo e facile da apprendere soprattutto nella sua versione Fast Play, non prevede condizioni di vittoria. In altre parole, i giocatori possono continuare a combattere fino all’ultimo uomo dell’ultima nave (piuttosto irrealistico, ovviamente), con il risultato che spesso sono i giocatori di una parte che a un certo punto della partita si arrendono considerando impossibile continuare la lotta.

Qui di seguito si suggerisce un possibile meccanismo per decidere quando una delle due flotte coinvolte nella battaglia è costretta a interrompere il combattimento per cercare di salvare il salvabile. Questo meccanismo sarà usato nella ricostruzione della battaglia di Trafalgar del prossimo ottobre.

Morale della flotta

Il morale della flotta misura l’efficacia dell’intera flotta e la sua capacità di continuare a combattere, è calcolato all’inizio della partita sommando algebricamente il punteggio di ciascuna nave e il morale di tutti gli equipaggi e prendendo il 40% di questa cifra (arrotondare per eccesso).

Nel corso della battaglia il morale si aggiorna via via in seguito ai successi e agli insuccessi delle navi della flotta. Si possono utilizzare segnalini di tipo qualsiasi per tenere conto del morale della flotta, meglio se contenuti all’interno di un contenitore opaco per nasconderlo al nemico.

Per la precisione, nel corso della partita il morale della flotta si aggiorna ogni qualvolta:

  • una nave della flotta è costretta al test del morale, il morale della flotta è diminuito di 1 (si toglie un segnalino dal totale);
  • una nave della flotta si arrende o è catturata dal nemico, si sottrae al morale della flotta il punteggio della nave (si toglie un numero di segnalini pari al punteggio della nave);
  • una nave della flotta affonda o esplode, si sottrae al morale della flotta il doppio del punteggio della nave (si toglie un numero di segnalini pari al doppio del punteggio);
  • una nave nemica è catturata e portata in salvo fuori dal tavolo di gioco oppure è affondata o, ancora, esplode, si aggiunge al morale della flotta metà del punteggio della nave arrotondato per eccesso (e si aggiunge un numero di segnalini pari alla metà del valore della nave catturata o affondata).

Se in un qualsiasi momento il morale della flotta raggiunge il valore zero (o meno) allora l’intera flotta ha un cedimento del morale, tutte le navi in grado di farlo devono manovrare per cercare di raggiungere il bordo del tavolo e fuggire quanto prima possibile. Se una nave della flotta che ha avuto un cedimento del morale raggiunge il bordo del tavolo non si spostano tutte le navi per consentire di proseguire il gioco come di consueto ma al contrario la nave è considerata in salvo e rimossa dal gioco.

In ogni caso la flotta che ha un cedimento del morale per prima è considerata sconfitta.

Capo Finsterre
La linea inglese nella battaglia di capo Finisterre (dallo scenario presentato a Dadi.com 07 dalla Lu(ri)doteca). I modelli delle navi sono in scala 1:1200 di Rod Langton.

One Comment on Trafalgar, II parte: Condizioni di vittoria

  1. Ieri sera test delle condizioni di vittoria.
    Squadra franco-spagnola: prima classe 136 cannoni (Spagna), prima classe 100 cannoni (Spagna), tre vascelli di terza classe 74 cannoni (Francia), due navi di terza classe 74 cannoni (Spagna), una fregata da 36 cannoni. Sette navi di linea in totale.
    Squadra inglese: due vascelli di prima classe 100 e 98 cannoni, tre navi di terza classe 74 cannoni, una terza classe da 64 cannoni e una fregata da 32 cannoni. Sei navi di linea.
    Il morale della flotta alleata è pari a 36, quello della squadra inglese è 26.
    Nel corso della battaglia gli alleati sono stati costretti a fare il test del morale quattro volte (su due navi diverse), il vascello da 136 cannoni ha ammainato la bandiera mentre una nave da 74 cannoni spagnola è esplosa a causa di un incendio non domato. In totale quindi il loro morale è diminuito di 4 (i test del morale) + 14 (la nave che ha ammainato la bandiera) + 18 (la nave esplosa) per un totale di 36, portando il morale esattamente a zero e costringendo la squadra franco-spagnola ad abbandonare il combattimento.
    Direi che ha funzionato in modo discreto. Gli alleati hanno dovuto abbandonare quando hanno perso due navi su sette di linea, probabilmente troppe nella realtà, ma adeguato dal punto di vista del gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *