Trafalgar: un progetto

La ricostruzione di Trafalgar nel 210° anniversario della battaglia

Questa volta invece che del racconto di un’attività si tratta di un annuncio, di un progetto: la ricostruzione della battaglia di Trafalgar con sessanta vascelli di linea, tutti quelli che presero parte allo scontro, in scala 1:3000 con i modelli della Forged In Battle su un tavolo che, presumibilmente, sarà di tre metri per due! La scelta di rinunciare alla classica scala 1:1200, con la quale abbiamo già realizzato parte di Trafalgar e capo Finisterre negli anni passati, è per certi versi obbligata se si vuole giocare l’intera battaglia. In scala 1:1200 i trenta vascelli franco-spagnoli in linea richiederebbero almeno quattro metri di tavolo di gioco (solo per sistemare i modelli sul tavolo)!

Abbiamo intenzione di giocare la simulazione in prossimità proprio dell’anniversario, il prossimo ottobre, nella prima settimana del mese.

Le navi di terza classe britanniche Ajax e Leviathan
Le navi di terza classe britanniche Ajax e Leviathan in scala 1:3000 già realizzate

Il regolamento

Da anni giochiamo Signal Close Action nella versione ibrida della Lu(ri)doteca (il Fast Play con l’aggiunta di alcune regole del fratello maggiore) ma l’idea è di usare l’estate per qualche test di regolamenti differenti. Le prove di Kiss Me Hardy, dei Too Fat Lardies non hanno riscosso un eccessivo entusiasmo in associazione quindi siamo alla ricerca di qualcosa di diverso. Vedremo nei prossimi mesi.

L’articolo

In occasione dello scenario presentato a Dadi.com 2007 fu pubblicato un articolo su Dadi e Piombo n. 32 che potete leggere seguendo questo collegamento. Racconta la campagna dell’estate del 1805 e le due battaglie di capo Finisterre e di capo Trafalgar e riporta gli scenari per Signal Close Action.

Qualche foto dello scenario presentato a Dadi.com si possono vedere qui (le foto sono di Isabella Grassucci), mentre seguendo quest’altro collegamento si trovano le foto della simulazione di una parte di Trafalgar giocata a Latina nel 2007. In entrambi i casi le navi erano in scala 1:1200 di Rod Langton.

 

 

4 Comments on Trafalgar: un progetto

  1. Ciao Gualtiero,
    ho visto il tuo post nel tread di EmpoliGames 2015 su Dadi e Piombo. Parteciperò con grande entusiasmo al tavolo di Trafalgar quindi consideratemi della partita! 🙂

    Ciao e Grazie
    Riccardo Menichetti

    1. Ciao Riccardo, allora sei a bordo! 😉
      Invio al tuo indirizzo e-mail la traduzione del regolamento che usiamo così, se vuoi, puoi prepararti!
      Preferenze per la parte da cui stare?

      A presto e intanto buone vacanze.

  2. Grande Gualtiero.
    Io e Sauro Salvoni ( nostro magazziniere della squadra )potremmo partecipare al vostro tavolo per la battaglia di Trafalgar?
    Cosi’ avete anche i Bianchi di Santo Spirito.
    Ci sentiamo a breve.
    Un abbraccio.

    Diego

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *