Manifestazioni – Lu(ri)doteca

Categoria: Manifestazioni

Idee in festa

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Per stare insieme e conoscersi, la prima festa del comitato spontaneo dei quartieri Q4 e Q5 di Latina. La Lu(ri)doteca, il liceo scientifico G.B. Grassi, La Tana dei Goblin di Latina e Fabio Chiarello (CNR-IFN di Roma) animeranno la ludoteca presso il Punto ristoro da Susanna nel parco Oasi verde di Latina.

Un pomeriggio con giochi da tavolo soprattutto ma stiamo cercando di organizzare anche un piccolo tavolo da wargame convinti che potrebbe avere anche più successo dei boardgame.

-5Giorni -21Ore -16Minuti -47Secondi

Il comitato spontaneo è raggiungibile sul webwww.q4q5.it/wp/ – ma anche su Facebookwww.facebook.com/groups/q4q5.comitatospontaneo/.

La ludoteca di Natale: step due

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Si è conclusa l’esperienza, la prima a Latina, della Ludoteca di Natale.È stato senza dubbio un successo. La seconda giornata, martedì 3 gennaio, anche meglio della prima. Nelle ore centrali del pomeriggio le sale della ex-Step si sono riempite di spettatori ma soprattutto di giocatori tanto da far sentire la mancanza di sedie. E questa volta davvero i giochi sono stati usati e riusati e usati ancora.

I visi sorridenti o concentrati di ragazzi e adulti impegnati in una partita sono la prova evidente di quanto siano stati divertenti e vissuti questi due pomeriggi natalizi.

Ringraziamo l’assessore Felice Costanti e il comune di Latina che ci hanno dato la possibilità di vivere queste due belle giornate. Così come dobbiamo ringraziare Fabio Chiarello e i ragazzi delle scuole di Latina partecipanti al concorso Fotonica in gioco e gli studenti della 4°E del liceo Grassi di Latina che hanno animato la ludoteca!

Un’esperienza da ripetere!

La ludoteca di Natale

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Una partita con PandemiaC’è la possibilità di giocare a Latina nelle prossime vacanze natalizie, infatti la Lu(ri)doteca, il liceo scientifico G.B. Grassi di Latina, l’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie (CNR-IFN) di Roma, con il patrocinio del comune di Latina, organizzano due serate di gioco nei locali della ex-STEP, in via Armando Diaz, proprio di fronte la libreria La Feltrinelli. Una ludoteca natalizia aperta a tutti per provare alcuni tra i migliori giochi da tavolo: Coloni di Catan, Rush&Bash, Carcassonne, Stone Age, … il 27 dicembre e il 3 gennaio dalle 16.00!

I ragazzi della 4°E del liceo scientifico G.B. Grassi, coadiuvati da Fabio Chiarello (ideatore e organizzatore del concorso Fotonica in gioco) guideranno i partecipanti nel gioco con il duplice scopo del divertimento e dell’esperienza di scienza attraverso Quantum Race, Pandemia, Lampo di Genio, Alta tensione, … rinnovando l’esperienza già fatta con la Ludoteca della scienza la Notte europea dei ricercatori la presso l’Area di ricerca di Tor Vergata a Roma.

Locali ex-Step, via Armando Diaz, Latina

Martedì 27 dicembre dalle 16.00 alle 21.00

Martedì 3 gennaio dalle 16.00 alle 21.00

Qui c’è la brochurewww.comune.latina.it/wp-content/…/BROCHURE-NATALE.pdf.

 

Nuovi scenari per il regolamento A la Guerre…

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Negli ultimi tempi sul sito dedicato al regolamento A la Guerre… – alaguerre.luridoteca.net/ – sono stati aggiornati o pubbicati ex-novo alcuni scenari. Più precisamente:

  • Per le Guerre Austro-Turche (regolamento A la Guerre… ¡¡No queda sino batirnos!!) sono ora anche disponibili come pagina web gli scenari della battaglia di Mogersdorf (o battaglia di San Gottardo o ancora, del fiume Raab) del 1664 e della battaglia di Párkány (o battaglia di Štúrovo) del 1683.
  • sce71fle-iAggiornati i due scenari per la guerra franco-indiana, entrambi ambientati sui Piani di Abramo, dinanzi le mura di Québec. Si tratta di due scenari pubblicati la prima volta nel 2008, tra i primi per il regolamento A la Guerre… Battaglia nell’era dei lumi. Con un tavolo in cui si ricostruiva la battaglia di Québec (battaglia dei Piani di Abramo per i britannici) veniva presentato il regolamento (qui ci sono alcune foto).
  • La battaglia di Fleurus del 1690 (a cui si riferisce l’immagine qui a destra, olio su tela di Denis Martin). Uno scontro un po’ fuori dai canoni classici del secolo A Fleurus il duca di Luxembourg progetta e realizza una vera e propria manovra di aggiramento ben più ardita, impegnando l’avversario al centro e portando una colonna di fanteria e cavalleria oltre l’ala sinistra dell’esercito confederato. Manovra magistralmente eseguita che in poche ore provocò la sconfitta del principe di Waldeck. Oltre allo scenario classico, da tavolo di wargame, c’è una proposta per simulare la battaglia strategica usando le regole apposite contenute nel Supplemento A (e che si possono scaricare gratuitamente nella pagina Download del sito dedicato al regolamento).

Notte europea dei ricercatori 2

Published / by luridoteca / Leave a Comment

È andata benissimo! Oltre ogni previsione!

La Ludoteca della scienza (http://eventi.artov.rm.cnr.it/?page_id=4949), che abbiamo aiutato ad allestire insieme ai ragazzi della 4°E del liceo scientifico Grassi di Latina, ha avuto un successo insperato: i tavoli con i giochi sono stati presi d’assalto a partire già dalle 16.00, orario di apertura, e non sono mai rimasti inattivi fino alle 22.30. E ancora alle 23.00 abbiamo dovuto chiedere ai visitatori di interrompere le partite in corso per consentirci di smontare e tornare a casa.

I ragazzi del Grassi, d’altra parte, sono stati davvero encomiabili. Sin da subito si sono prodigati per pubblicizzare l’iniziativa e attirare spettatori che, una volta entrati nel piccolo padiglione a nostra disposizione, erano seguiti passo passo con spiegazioni sui giochi e nelle partite.

Le ragazze e i ragazzi che guidavano le partite avevano cura di spiegare il gioco con i dettagli e il linguaggio adatto all’età di chi avevano davanti. Con attenzione guidavano il gioco in modo che ogni partita scorresse via fluida ma che ogni giocatore si sentisse protagonista e attore della propria strategia. Sono rimasto impressionato!

Innumerevoli sono stati i commenti positivi e i complimenti ricevuti da ricercatori, genitori, docenti e semplici visitatori.

Un’esperienza bellissima! Unica!

Le foto sono di Marco Rendicini e Matteo Ferdinando D’Annibale.

Lampo di genio al premio Archimede

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Una bella notizia! Grazie anche all’aiuto, piccolo aiuto, della Lu(ri)doteca, Gualtiero Grassucci, Miriam Califano, la classe 3°E (ora 4°E) del liceo scientifico G.B. Grassi di Latina e alcuni alunni delle classi 3°E, 4°E e 5°E del liceo artistico di Latina hanno raggiunto la finale del Premio Archimede (il premio per il gioco dell’anno organizzato da Studio Giochi) con il gioco da tavolo Lampo di Genio. Il … Premio Archimede è dedicato a Alex Randolph, che ne è stato presidente per le prime sette edizioni, e ha finora consentito a più di 30 autori di coronare il sogno di vedere pubblicato il proprio gioco. Il premio viene organizzato con la collaborazione della Municipalità di Venezia e si inquadra in un più ampio contesto di iniziative per la diffusione della cultura ludica, anche quale efficace mezzo di prevenzione della dilagante azzardopatia

Lampo di genio: ragazzi al lavoro
I ragazzi della ex-3°E ripresi mentre lavorano al prototipo di Lampo di Genio

Il gioco – Lampo di Genio – è stato progettato e realizzato dai ragazzi del liceo Grassi mentre gli studenti del liceo artistico si sono occupati della grafica. L’idea è nata per rispondere all’invito del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) che, per celebrare l’Anno internazionale della luce e della fotonica (2015) ha bandito un concorso per un gioco da tavolo che avesse come tema, come ambientazione, la luce o la fotonica e/o le loro applicazioni tecnologiche: il premio Fotonica in gioco. Lampo di Genio ha mancato per un soffio la vittoria in questo concorso ma ha ricevuto una menzione speciale  … per l’alto livello complessivo del gioco!

Insomma, il gioco, a parere della giuria, era bello e funzionale ma forse peccava un poco nella caratterizzazione. Il passo successivo, allora, è stato quello di iscrivere il gioco al Premio Archimede e dopo un lungo periodo di selezione oggi la buona notizia: Lampo di Genio parteciperà alla selezione finale a Venezia il prossimo primo ottobre. Inoltre il Musée Suisse du Jeu esporrà il prototipo di Lampo di Genio insieme agli altri atri giochi finalisti.

Slot-mob: un flash-mob contro il gioco d’azzardo!

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Domenica 24 aprile a Latina, promosso dal Movimento dei Focolari – www.focolare.org/, flash-mob contro il gioco d’azzardo e a favore del gioco nella sua forma più bella. Contro le slot-machine e video poker nei bar.
La Lu(ri)doteca parteciperà in forze: domenica, dalle 17.00 alle 18.30 al Wine bar XXI aprile nella via omonima a Latina.
Un’ora e mezza di giochi da tavolo in buona compagnia!

Il post sul sito del Movimento dei Focolari che annuncia gli eventi legati allo slot-mobhttp://www.focolare.org/news/2014/06/18/slot-mob-contro-il-gioco-dazzardo/.

Il bombardamento di Ancona: battle report

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Il battle report del bombardamento di Ancona

Giocato da Imperium – 21.05.14

Questo articolo è riportato dal blog Adriatico 1915 (che a breve non sarà più attivo) ed è relativo alla campagna in Adriatico del 2014.

Mare forza 8, pioggia, fulmini. Un combattimento violento e mortale. Tutto questo e altro ancora l’altra sera presso Imperium a Latina dove la Lu(ri)doteca ha organizzato, in occasione del 99° anniversario dell’evento, la simulazione del bombardamento del porto sull’Adriatico da parte di una squadra austro-ungarica. Potete scaricare lo scenario e le schede per le navi, entrambi in formato PDF.

Regolamento utilizzato: Fleet Action ImminentOld Dominion Game Works.

Meteo

Mare forza 8: vento a 40 nodi da occidente. Visibilità 7.000 yds, presenza di piovaschi. Velocità massima: 15 nodi per incrociatori e corazzate, 10 nodi per cacciatorpediniere e torpediniere.

La battaglia

Le condizioni del mare, una volta arrivati in vista della costa , sono pessime. Il vento e le onde impediscono il decollo dei velivoli italiani destinati alla sorveglianza delle coste e, eventualmente, al bombardamento del naviglio nemico. Ma agli austriaci non va meglio: la squadriglia di torpediniere al seguito della squadra ben presto, con il peggiorare delle condizioni, sarà ingovernabile e le piccole imbarcazioni costrette ad andare alla deriva in balia dei marosi. La visibilità è ridotta a 7000yds e anche le navi più possenti non riescono a superare i 15 nodi. Le casematte sono chiuse ermeticamente, inutilizzabili, a causa delle alte onde.

Malgrado la lentezza imposta dalle avverse condizioni meteo le quattro corazzate dell’Imperiale e regia marina austro-ungarica riescono a portarsi a tiro del porto di Ancona e subito inizia un violento scambio di artiglieria tra le batterie da 12″ della Teghettof e della St. Istvan e quelle da 10″ del forte di monte Conero a cui si aggiunge, dopo una mezz’ora, la batteria su rotaia.

Lo scenario prevedeva di decidere casualmente se il treno armato fosse già pronto al tiro non appena avvistate le navi nemiche oppure avesse bisogno di 5 turni di gioco prima di essere operativo.

Il confronto è impari e i tre pezzi da 6″ del treno armato sono distrutti in breve tempo mentre la batteria sul Conero è colpita più volte perdendo una torretta. Al tiro delle due grandi navi si aggiungono la Sankt Georg e la Kaiser Karl VI che martellano le installazioni del porto. La nave Otranto è colpita più volte e affonda nella rada. Per la Kaiserliche und Königliche Kriegsmarine la giornata sembra garantire un ampio e innegabile successo.

Dopo mezz’ora di fuoco però si affacciano sulla scenauna squadra di soccorso composta, tra l’altro, dalle potenti Conte di Cavour e Caio Duilio. Approfittando della scarsa visibilità (il tempo è peggiorato nel corso della mattinata e ora la visibilità è solamente di 6.000yds) le due corazzate sorprendono la divisione austriaca Helgoland affondando con poche bordate sia l’incrociatore leggero che fungeva da capofila che i due caccia di scorta (le navi Tatra e Likra).

Ancona 1915: le manovre
Le manovre delle squadre italiana e austro-ungarica nel mare prospiciente il porto di Ancona.

Galvanizzati dall’insperato e immediato successo i marinai italiani rivolgono i cannoni contro la Radetzky e la Zriny, bersaglio anche della Regina Elena e della Vittorio Emanuele. I due vascelli austro-ungarici sono gravemente danneggiati tanto da perdere entrambi le batterie principali e da essere costretti ad abbandonare lo scontro, ormai indifesi.

Entrambi le parti dovevano obbligatoriamente far ripiegare le proprie corazzate se una di esse era affondata dal nemico, resa inutilizzabile o costretta a ritirarsi dallo scontro (regola dello scenario).

Lasciate la Regina Elena e la Vittorio Emanuele a inseguire le due navi nemiche danneggiate, la Cavour e la Duilio manovrano cercando di affiancare le due corazzate Teghettof e Szent Istvan che, con una complicata manovra, stanno cercando di interporsi tra i due vascelli danneggiati e le corazzate italiane. L’attenzione di comandanti e ammiragli si sposta allora sullo scontro che sta per iniziare tra le quattro potenti navi, vanto delle rispettive marine. Scontro che deciderà la battaglia.

Scontro che non ci sarà, un vero e proprio schermo di pioggia si interpone tra le due divisioni nemiche consentendo alla squadra austriaca di allontanarsi dalle coste italiane senza ulteriori danni. Il punteggio finale della battaglia, che ha visto una chiara vittoria della Regia Marina Italiana, è mostrato di seguito.

Punteggio finale
Il punteggio finale della battaglia davanti Ancona