Categoria: Giochi da tavolo

Fotonica in gioco: i risultati

Published / by luridoteca / Leave a Comment

La classe 3°E del liceo scientifico G.B Grassi ha vinto il concorso Fotonica in gioco con il gioco Galaxia, l’alba di una nuova luce. L’ufficialità è arrivata solo da poche ore, con la pubblicazione sulla pagina Facebook del concorso dei tre giochi che saranno premiati, il 29 settembre, a Venezia in occasione del Premio Archimede. Ricordiamo che la Lu(ri)doteca ha cercato di fornire tutto il supporto possibile ai ragazzi del liceo nel loro percorso verso il prodotto finito. La stessa classe in realtà ha ideato, progettato e realizzato due giochi, entrambi originali, tutti e due iscritti al concorso e tutti e due scelti tra i sette giochi finalisti. Il secondo gioco, Atoms in Action, sfida all’ultimo fotone, è rimasto fuori dalla terna di prodotti premiati … per un soffio … (a detta degli organizzatori del concorso).

Il concorso

Una partita con Galaxia.

Fotonica in gioco è un concorso, giunto quest’anno alla seconda edizione, bandito dall’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie (CNR-IFN) di Roma in origine nell’ambito delle celebrazioni dell’Anno internazionale della luce e poi ripetuto con vita propria a cadenza biennale.

Si tratta di ideare un gioco da tavolo di ambientazione scientifica che tratti della luce, della fotonica e delle sue applicazioni. Più in particolare quest’anno il tema era incentrato sulla fotonica e sulle trasformazioni indotte dalla luce: Trasformazioni: le cose cambiano.

Il gioco

Le gemme rappresentano il gas che compone la nebulosa e che i giocatori devono cercare di accumulare per avviare le reazioni nucleari che danno vita a una protostella!

La partecipazione al concorso è parte di un progetto di alternanza scuola-lavoro per questo anno scolastico, percorso che è già stato sperimentato e realizzato nel triennio 2015-2018 dall’attuale classe 5°E.

Galaxia, l’alba di una nuova luce si gioca su una plancia componibile che rappresenta una nebulosa di gas ancora buia e fredda pronta però a dare l’avvio alla vita, grazie all’intensa forza gravitazionale, alle reazioni nucleari che porteranno alla creazione di nuove stelle illuminando così lo spazio interstellare.

L’obiettivo del gioco è dare vita alla nebulosa, riscaldarla, illuminarla e creare le condizioni perché nasca la vita. E questo è possibile solo se si riesce a produrre energia avviando le reazioni nucleari nelle stelle. La luce, in questo caso, è vita!

Si fanno punti, infatti, se si riesce a creare una stella ma se ne fanno di più con un pianeta, meglio se di tipo terrestre, meglio ancora se abitabile! Ma il materiale pesante che costituisce un pianeta come quello che ci ospita non è presente nella nebulosa originaria, per cui va creato trasformando idrogeno ed elio nelle stelle appena nate.

Sul blog del progetto – ria-grassi.blogspot.it/ – è possibile trovare una descrizione più ampia sia di Galaxia che di Atoms in Action ed è anche possibile scaricare i regolamenti, in formato PDF, dei due giochi.

L’ideazione del gioco, considerata la particolare ambientazione e le regole imposte dal concorso, ha richiesto la costruzione di un modello semplificato dei meccanismi che portano alla nascita delle stelle, alla loro morte per dar vita a nuove stelle e pianeti. Tutti eventi perfettamente simulati in Galaxia. Meccanismi che ragazze e ragazzi hanno dovuto studiare e conoscere prima di affrontare la realizzazione del gioco.

Lievito: la ludoteca

Published / by luridoteca

Lievito è una manifestazione organizzata, ormai da anni, da Rinascita Civile: una serie di eventi culturali, spettacoli e, da due anni, anche una ludoteca. Maggiori informazioni si possono trovare sul sito dedicato o sulla pagina Facebook.

Rispetto all’anno scorso ci sono state alcune novità. Innanzitutto Da zero al gioco in due ore! Un laboratorio per creare, in due ore, un gioco da tavolo. Dall’idea al prototipo grazie a Fabio Chiarello.
E non è mancato il wargame con il regolamento de cape et d’epée (di cappa e spada). Una piccola avventura in Irlanda nel pieno della guerra per il trono d’Inghilterra dal titolo Sulla via di Derry Inoltre un dungeon crawler: La notte dei morti male. Un gioco in cui si coopera per sconfiggere (non proprio così) terribili creature rispuntate dalle tombe perché non soddisfatte della propria morte.

Infine abbiamo organizzato, come sempre in collaborazione con i ragazzi del liceo Grassi di Latina, un torneo di Santorini. Bel gioco, riedizione dell’originale creato dal matematico Gordon Hamilton e qualche anno fa ri-edito grazie a una campagna di kickstarter.

Un bel video-collage della manifestazione in cui ci sono anche alcuni momenti della ludoteca si può trovare sulla pagina Facebook di Lievito.

Quando il gioco si fa duro … ultimo incontro

Published / by luridoteca

Ieri ultima serata presso il centro sociale Nuova Latina. La quarta della serie (abbiamo già parlato del secondo incontro).
La ludoteca organizzata e gestita dalla Lu(ri)doteca e dai ragazzi del liceo scientifico Grassi è andata ancora una volta bene. persone di età diverse, sedute allo stesso tavolo, per giocare allo stesso gioco. I più giovani disposi, con gioia, ad aiutare i meno giovani ad addentrarsi nei segreti di Carcassonne, Dixit, Quantum.
Una bella esperienza che meriterebbe un acconto più dettagliato.
Un grazie a Michele Fabietti e al comitato spontaneo del dei quartieri Q4 e Q5 e a Luigi Vassallo, responsabile del centro.
Chissà se riusciremo a ripetere questi incontri l’anno prossimo …

Una nuvola di parole

Published / by luridoteca

L’immagine presentata qui di seguito è stata ottenuta costruendo una Tag Cloud con le parole usate nei post pubblicati sulla pagina Facebook della Lu(ri)doteca in questo primo anno di presenza sul social più conosciuto e utilizzato.

Spiccano, a parte Latina, le parte le parole guerre e battaglie ma per fortuna riferite solo alle battaglie simulate su un tavolo di gioco. In particolare guerre è spesso presente perchè parte del titolo del regolamento sviluppato da Gualtiero Grassucci e dalla Lu(ri)doteca: A la Guerre… per l’appunto.

Fa piacere, però, vedere che sono evidenti anche le parole insiemeludoteca e scienza. Nell’ultimo anno (anno e mezzo), infatti, l’associazione ha moltiplicato le sue uscite pubbliche e ampliato il pubblico delle attività ludiche organizzando due giorni di ludoteca di Natale a cavallo del capodanno 16/17, esperienza ripetuta e ampliata quest’anno, due serate ludiche presso il centro sociale Nuova Latina a ottobre e dicembre, la ludoteca nell’ambito della manifestazione Lievito in primavera e, ancora, partecipando alla Notte europea dei ricercatori presso l’Area di Ricerca di Tor Vergata (ARToV).

Davvero un anno pieno di attività! Ed ora ecco a voi … la tag cloud.

Le parole del 2017

Quando il gioco si fa duro … parte 2

Published / by luridoteca

Qualche foto del secondo appuntamento (qui il primo evento) de Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare! Poche perchè ci siamo tutti fatti prendere dal gioco e ci siamo dimenticati di scattare qualche foto. Buon segno però!
Grazie al comitato dei quartieri Q4 e Q5 che hanno preparato dolci, bevande e perfino lo spumante per un brindisi.

A Natale si gioca!

Published / by luridoteca

Un Natale all’insegna del gioco da tavolo, insieme, qualunque età abbiate!

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!

Venerdì 15 dicembre, dalle 18.00 alle 21.00, al centro sociale dei quartieri Q4 e Q5 (al primo piano del Centro Lestrella) la seconda serata di Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare! Serata ludica organizzata grazie alla collaborazione del centro sociale Nuova Latina, il comitato del quartiere Q4 e Q5 ma soprattutto grazie agli studenti del liceo scientifico G.B. Grassi.
Perché? Beh! Innanzitutto perché è divertente. Accingersi a giocare è, in qualche modo, come accingersi ad un bel pranzo, c’è lo stesso tipo di gioiosa partecipazione. Ed in questo senso il gioco non è solo dei bambini ma è degli adolescenti, degli adulti.
Volete un altro motivo? Beh! È divertente! Ed è gratis!
Non sapete giocare? Non conoscete i giochi? Arriverete in ritardo? Non conoscete nessuno? Nessun problema, a qualsiasi ora troverete un tavolo pronto con un bel gioco è persone disposte a giocare con voi, a spiegarvi le regole, ad aiutarvi a giocare, a divertirsi insieme a voi!
Fossi in voi non perderei l’occasione.

Natale in gioco
I ragazzi del liceo Grassi in azione
I ragazzi del liceo Grassi in azione!

Il 16 e il 17 dicembre, invece, si gioca per l’intero fine settimana. La Lu(ri)doteca e la Tana dei Goblin di Latina (Boardgames Latina) in collaborazione ancora con il liceo scientifico G.B. Grassi e con Fabio Chiarello e grazie al patrocinio del Comune di Latina organizzano e propongono due giorni (!) dedicati al gioco da tavolo.
Nei locali della ex-Step in via Armando Diaz, 3 a Latina. Orari: 10.00-13.00 e 15.00-20.00 sia sabato che domenica.
Il nostro intento è quello di offrire la possibilità a chiunque di cimentarsi e misurarsi con un’attività diversa, magari ancora sconosciuta ma davvero divertente! Quale quale momento migliore del periodo natalizio per proporre spunti e possibilità di aggregazione differente?

Qui trovate il comunicato stampa dell’amministrazione comunale e qui il programma degli eventi (noi siamo capovolti).

-161Giorni -4Ore -7Minuti -48Secondi

Quando il gioco si fa duro …

Published / by luridoteca

… i duri cominciano a giocare!

Una nuova esperienza per la Lu(ri)doteca e i ragazzi del liceo scientifico G.B. Grassi venerdì scorso, 27 ottobre. Una ludoteca nel centro socio-culturale Nuova Latina, presso il centro commerciale Lestrella, a Latina.
Una bella serata, tre intense ore di gioco, insieme a persone di tutte le età! Davvero sorprendente. E piacevole. Accingersi a giocare è stato davvero come prepararsi a un bel pranzo in compagnia di amici (parafrasando la presentazione della Lu(ri)doteca e Alex Randolph).
E si tratta solo del primo tentativo. Si replica il 15 dicembre, stesso orario (18.00-21.00) e stesso posto.
Alla prossima!

Notte europea dei ricercatori 2017

Published / by luridoteca

Anche quest’anno, come nel 2016, gli alunni del liceo Grassi (nello specifico le classi 3°E e 5°E) sono stati protagonisti della Notte europea dei ricercatori presso l’Area di ricerca di Tor Vergata (ARToV).
Come ogni anno alla fine di settembre i centri di ricerca, le università e i laboratori di tutta Europa aprono le porte al pubblico per spiegare il lavoro del ricercatore. A questa festa della scienza e della cultura partecipa, nel suo piccolo, anche la Lu(ri)doteca. A suo modo, con quello che sa fare. E quindi abbiamo allestito di una ludoteca della scienza insieme a Fabio Chiarello (CNR-IFN) e l’associazione Lu(ri)doteca di Latina nel Padiglione della scienza.
I giochi, ovviamente, sono stati tutti a tema scientifico: Pandemia, Quantum, Lampo di genio – sviluppato proprio nell’ambito di questo progetto – e Quantum Race – ideato da Fabio Chiarello. Dalle 16.00 alle 22.00!
Dopo otto ore di lavoro siamo tornati a casa stanchi ma soddisfatti: abbiamo fatto giocare tantissime persone! Soprattutto bambini ma non solo. Mille? forse no, ma ci è mancato poco.
Una menzione particolare va fatta per i ragazzi della 3°E e della 5°E del liceo che sono stati degli animatori di ludoteca superlativi. Hanno giocato e fatto giocare senza fermarsi praticamente mai mentre alcuni loro colleghi si disperdevano nell’area di ricerca per convincere altri spettatori a partecipare alla ludoteca.
Stupisce in particolare la loro abilità nell’adattare il gioco all’età dei giocatori, semplificando con i più piccoli e approfondendo con i più grandi. Giocando prima una veloce partita con poche e veloci regole ai più frettolosi e proponendo poi una replica con il regolamento completo ai più interessati.
Non meno successo ha avuto l’idea di presentare i fascicoli prodotti dalla 5°E nello scorso anno scolastico nell’ambito delle attività di alternanza scuola-lavoro. Attività che, in un certo senso, sono figlie del lavoro fatto attorno a Lampo di Genio, il gioco da tavolo realizzato per il concorso Fotonica in gioco.
Davvero un buon buon lavoro!

Le foto sono di Matteo Ferdinando D’Annibale.

Wings of War – una battaglia nei cieli di Francia

Published / by luridoteca / Leave a Comment

Ieri sera una feroce battaglia tra Fokker e Sopwith nei cieli di Francia ha visto trionfare i piloti degli Imperi centrali che hanno abbattuto due velivoli nemici e catturato un terzo, costretto ad atterrare tra le trincee tedesche. Una bella, animata e divertente partita, come si può capire dalle foto.

Wings of War è un gioco di Andrea Angiolino e Pier Giorgio Paglia del 2008 (se non erro), prodotto inizialmente da Nexus Games e oggi da Ares Games con il nome di Wings of Glory (ma si tratta essenzialmente dello stesso regolamento).
I giocatori sono alla guida di un biplano della Grande guerra (ma ne esiste una versione per la seconda guerra mondiale) che manovrano per mezzo di un piccolo mazzo di carte che rappresentano le manovre che può compiere il proprio aereo. Le regole sono poche e intuitive e il gioco procede spedito anche se i giocatori sono neofiti. Aerei diversi hanno mazzi di manovra differenti per caratterizzare meglio il velivolo. Qui accanto, come esempio, una carta del mazzo di manovra del Fokker DR I, lo stesso del Barone Rosso per intenderci.
Non si tirano dadi ma l’incidenza della componente fortuna è abbastanza alta. Infatti non c’è modo di sapere cosa farà l’avversario e quindi progettare una strategia è abbastanza difficile, ci si affida un po’ al caso cercando di mettere davanti al mirino un aereo nemico. Una regola opzionale – Tailing – cerca di superare questo inconveniente ma non ci ha mai completamente soddisfatti.
Le partite sono molto più interessanti se si crea uno scenario con obiettivi chiari per ciascuna parte in gioco.