Fotonica in gioco: i risultati

Published / by luridoteca

La classe 3°E del liceo scientifico G.B Grassi ha vinto il concorso Fotonica in gioco con il gioco Galaxia, l’alba di una nuova luce. L’ufficialità è arrivata solo da poche ore, con la pubblicazione sulla pagina Facebook del concorso dei tre giochi che saranno premiati, il 29 settembre, a Venezia in occasione del Premio Archimede. Ricordiamo che la Lu(ri)doteca ha cercato di fornire tutto il supporto possibile ai ragazzi del liceo nel loro percorso verso il prodotto finito. La stessa classe in realtà ha ideato, progettato e realizzato due giochi, entrambi originali, tutti e due iscritti al concorso e tutti e due scelti tra i sette giochi finalisti. Il secondo gioco, Atoms in Action, sfida all’ultimo fotone, è rimasto fuori dalla terna di prodotti premiati … per un soffio … (a detta degli organizzatori del concorso).

Il concorso

Una partita con Galaxia.

Fotonica in gioco è un concorso, giunto quest’anno alla seconda edizione, bandito dall’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie (CNR-IFN) di Roma in origine nell’ambito delle celebrazioni dell’Anno internazionale della luce e poi ripetuto con vita propria a cadenza biennale.

Si tratta di ideare un gioco da tavolo di ambientazione scientifica che tratti della luce, della fotonica e delle sue applicazioni. Più in particolare quest’anno il tema era incentrato sulla fotonica e sulle trasformazioni indotte dalla luce: Trasformazioni: le cose cambiano.

Il gioco

Le gemme rappresentano il gas che compone la nebulosa e che i giocatori devono cercare di accumulare per avviare le reazioni nucleari che danno vita a una protostella!

La partecipazione al concorso è parte di un progetto di alternanza scuola-lavoro per questo anno scolastico, percorso che è già stato sperimentato e realizzato nel triennio 2015-2018 dall’attuale classe 5°E.

Galaxia, l’alba di una nuova luce si gioca su una plancia componibile che rappresenta una nebulosa di gas ancora buia e fredda pronta però a dare l’avvio alla vita, grazie all’intensa forza gravitazionale, alle reazioni nucleari che porteranno alla creazione di nuove stelle illuminando così lo spazio interstellare.

L’obiettivo del gioco è dare vita alla nebulosa, riscaldarla, illuminarla e creare le condizioni perché nasca la vita. E questo è possibile solo se si riesce a produrre energia avviando le reazioni nucleari nelle stelle. La luce, in questo caso, è vita!

Si fanno punti, infatti, se si riesce a creare una stella ma se ne fanno di più con un pianeta, meglio se di tipo terrestre, meglio ancora se abitabile! Ma il materiale pesante che costituisce un pianeta come quello che ci ospita non è presente nella nebulosa originaria, per cui va creato trasformando idrogeno ed elio nelle stelle appena nate.

Sul blog del progetto – ria-grassi.blogspot.it/ – è possibile trovare una descrizione più ampia sia di Galaxia che di Atoms in Action ed è anche possibile scaricare i regolamenti, in formato PDF, dei due giochi.

L’ideazione del gioco, considerata la particolare ambientazione e le regole imposte dal concorso, ha richiesto la costruzione di un modello semplificato dei meccanismi che portano alla nascita delle stelle, alla loro morte per dar vita a nuove stelle e pianeti. Tutti eventi perfettamente simulati in Galaxia. Meccanismi che ragazze e ragazzi hanno dovuto studiare e conoscere prima di affrontare la realizzazione del gioco.

Lievito: la ludoteca

Published / by luridoteca

Lievito è una manifestazione organizzata, ormai da anni, da Rinascita Civile: una serie di eventi culturali, spettacoli e, da due anni, anche una ludoteca. Maggiori informazioni si possono trovare sul sito dedicato o sulla pagina Facebook.

Rispetto all’anno scorso ci sono state alcune novità. Innanzitutto Da zero al gioco in due ore! Un laboratorio per creare, in due ore, un gioco da tavolo. Dall’idea al prototipo grazie a Fabio Chiarello.
E non è mancato il wargame con il regolamento de cape et d’epée (di cappa e spada). Una piccola avventura in Irlanda nel pieno della guerra per il trono d’Inghilterra dal titolo Sulla via di Derry Inoltre un dungeon crawler: La notte dei morti male. Un gioco in cui si coopera per sconfiggere (non proprio così) terribili creature rispuntate dalle tombe perché non soddisfatte della propria morte.

Infine abbiamo organizzato, come sempre in collaborazione con i ragazzi del liceo Grassi di Latina, un torneo di Santorini. Bel gioco, riedizione dell’originale creato dal matematico Gordon Hamilton e qualche anno fa ri-edito grazie a una campagna di kickstarter.

Un bel video-collage della manifestazione in cui ci sono anche alcuni momenti della ludoteca si può trovare sulla pagina Facebook di Lievito.

[huge_it_gallery id=”17″]

Quando il gioco si fa duro … ultimo incontro

Published / by luridoteca

Ieri ultima serata presso il centro sociale Nuova Latina. La quarta della serie (abbiamo già parlato del secondo incontro).
La ludoteca organizzata e gestita dalla Lu(ri)doteca e dai ragazzi del liceo scientifico Grassi è andata ancora una volta bene. persone di età diverse, sedute allo stesso tavolo, per giocare allo stesso gioco. I più giovani disposi, con gioia, ad aiutare i meno giovani ad addentrarsi nei segreti di Carcassonne, Dixit, Quantum.
Una bella esperienza che meriterebbe un acconto più dettagliato.
Un grazie a Michele Fabietti e al comitato spontaneo del dei quartieri Q4 e Q5 e a Luigi Vassallo, responsabile del centro.
Chissà se riusciremo a ripetere questi incontri l’anno prossimo …

[huge_it_gallery id=”16″]

La battaglia di Rethel 1650

Published / by luridoteca

Henri de la Tour d’Auvergne-Bouillon detto il Grand TurenneIl 15 dicembre del 1650 César de Choiseul, conte di Plessis-Praslin, alla testa di una piccola armata francese, sconfiggeva l’ex-collega Henri de La Tour d’Auvergne, visconte di Turenne, anche lui francese ma al comando di truppe per la maggior parte spagnole. Sono gli anni della cosidetta Fronda dei principi, che vedeva parte della nobiltà francese combattere la reggente Anna d’Austria e il vero detentore del potere, il cardinale Mazzarino. Qui trovate lo scenario.
La battaglia è piccola. Così piccola che può essere ricostruita e simulata con il regolamento A la Guerre… ¡¡No queda sino batirnos!! – usando solo 30 basi di cavalleria e fanteria.
È anche particolare perché contrappone un’armata francese composta di truppe esperte, addestrate e ben equipaggiata ma mal guidate da generali non troppo efficaci a un esercito franco-spagnolo guidato invece da alcuni dei più capaci generali francesi, temporaneamente al servizio di Filippo IV re di Spagna.
È un ottimo scenario per testare il regolamento, se non lo avete mai provato, o per una battaglia veloce uno contro uno.
Un’ultima curiosità. La battaglia fu combattuta in realtà tra Sommepy, Saint-Etienne-a-Arnes e Semide ma dato che il cardinale Mazzarino si trovava, nel corso dei combattimenti, nella vicina cittadina di Rethel, questo fu il nome con cui ci è stata tramandata.

Scenario più originale ad Hellana 2018

Published / by luridoteca

Scenario più originala ad Hellana 2018: la targa!Lo scenario Sulla via di Derry per A la Guerre… de cape et d’epée è stato premiato, domenica 25 aprile ad Agliana, come Scenario più originale. Si tratta di uno scenario ambientato nell’Irlanda del Nord nel 1689: granatieri e fanti inglesi controllano un crocevia sulla strada che porta a Derry quando l’avanguardia dell’armata giacobita in marcia verso nord arriva in vista del crocicchio.
Purtroppo l’unica foto scattata da noi è questa allegata al post: ci siamo fatti prendere dalla manifestazione e dal gioco e non ne abbiamo scattate altre, ahimè. Le altre foto che sono riportate nella galleria qui di seguito sono state scattate prima della partenza (a parte le prime due che sono su questo sito grazie alla cortesia di Giuseppe Maddaloni).
Devo dire, come parziale scusante, che il tavolo è stato giocato parecchio e, grazie anche alla rapidità delle regole, siamo riusciti a concludere tre partite complete (tra sabato e domenica)!

Da notare anche che I tre moschettieri di Firenze hanno allestito un tavolo su cui era ricostruito lo scenario della seconda battaglia di Breitenfeld per A la Guerre… ¡¡No queda sino batirnos!!. Grazie a loro ad Agliana c’erano ben due tavoli che utilizzavano i regolamenti della serie A la Guerre…!

Infine approfittiamo per fare i complimenti ai soci del Gruppo ludico aglianese per la splendida manifestazione che organizzano ormai da 18 anni! Bravi!

[huge_it_gallery id=”15″]

Il tappezziere di Notre-Dame

Published / by luridoteca

Neerwinden, 29 luglio 1693

La serie di scenari per il regolamento A la Guerre…, in particolare per la Guerra della grande alleanza, si arricchisce ancora con la battaglia di Neerwinden (o di Landen) tra i confederati guidati da Guglielmo III d’Inghilterra (Guglielmo d’Orange) e le armate di Francia con alla testa il maresciallo de Louxembourg. Con l’occasione sono state riviste e aggiornate le liste per la Guerra della grande alleanza.
Il composito esercito alleato (inglesi, olandesi, spagnoli, tedeschi e imperiali) in inferiorità numerica combatte uno scontro esclusivamente difensivo, consumando le proprie truppe fino al cedimento finale. Una grande vittoria per Louxembourg che deve a questa battaglia il soprannome di tappezziere di Notre-Dame visto che con le numerose bandiere conquistate dai soldati francesi si poté tappezzare, a quanto si racconta, la cattedrale di Parigi!
Una curiosità. Il campo di battaglia, lo schieramento dei due eserciti, lo svolgimento dello scontro, somigliano molto alla battaglia di Alerheim di cinquant’anni prima (la seconda battaglia di Nordlingen).

Intervista su LiveSocial Radio

Published / by luridoteca

Lo scorso ottobre abbiamo avuto l’occasione di un’intervista su Radio Radio all’interno della trasmissione notturna LiveSocial Radio. Una chiacchierata di dieci minuti sulla Lu(ri)doteca, sul gioco da tavolo sul wargame e sulla collaborazione con Fabio Chiarello del CNR, con la Tana dei Goblin di Latina e con il liceo Grassi. Tra l’altro si ricorda come fu scelto il nome Lu(ri)doteca!

Mettendo poi insieme un po’ di foto delle attività di quest’anno e degli anni passati ne è venuto fuori un video che potete vedere qui:

Una nuvola di parole

Published / by luridoteca

L’immagine presentata qui di seguito è stata ottenuta costruendo una Tag Cloud con le parole usate nei post pubblicati sulla pagina Facebook della Lu(ri)doteca in questo primo anno di presenza sul social più conosciuto e utilizzato.

Spiccano, a parte Latina, le parte le parole guerre e battaglie ma per fortuna riferite solo alle battaglie simulate su un tavolo di gioco. In particolare guerre è spesso presente perchè parte del titolo del regolamento sviluppato da Gualtiero Grassucci e dalla Lu(ri)doteca: A la Guerre… per l’appunto.

Fa piacere, però, vedere che sono evidenti anche le parole insiemeludoteca e scienza. Nell’ultimo anno (anno e mezzo), infatti, l’associazione ha moltiplicato le sue uscite pubbliche e ampliato il pubblico delle attività ludiche organizzando due giorni di ludoteca di Natale a cavallo del capodanno 16/17, esperienza ripetuta e ampliata quest’anno, due serate ludiche presso il centro sociale Nuova Latina a ottobre e dicembre, la ludoteca nell’ambito della manifestazione Lievito in primavera e, ancora, partecipando alla Notte europea dei ricercatori presso l’Area di Ricerca di Tor Vergata (ARToV).

Davvero un anno pieno di attività! Ed ora ecco a voi … la tag cloud.

Le parole del 2017

Quando il gioco si fa duro … parte 2

Published / by luridoteca

Qualche foto del secondo appuntamento (qui il primo evento) de Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare! Poche perchè ci siamo tutti fatti prendere dal gioco e ci siamo dimenticati di scattare qualche foto. Buon segno però!
Grazie al comitato dei quartieri Q4 e Q5 che hanno preparato dolci, bevande e perfino lo spumante per un brindisi.

[huge_it_gallery id=”14″]

A Natale si gioca!

Published / by luridoteca

Un Natale all’insegna del gioco da tavolo, insieme, qualunque età abbiate!

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!

Venerdì 15 dicembre, dalle 18.00 alle 21.00, al centro sociale dei quartieri Q4 e Q5 (al primo piano del Centro Lestrella) la seconda serata di Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare! Serata ludica organizzata grazie alla collaborazione del centro sociale Nuova Latina, il comitato del quartiere Q4 e Q5 ma soprattutto grazie agli studenti del liceo scientifico G.B. Grassi.
Perché? Beh! Innanzitutto perché è divertente. Accingersi a giocare è, in qualche modo, come accingersi ad un bel pranzo, c’è lo stesso tipo di gioiosa partecipazione. Ed in questo senso il gioco non è solo dei bambini ma è degli adolescenti, degli adulti.
Volete un altro motivo? Beh! È divertente! Ed è gratis!
Non sapete giocare? Non conoscete i giochi? Arriverete in ritardo? Non conoscete nessuno? Nessun problema, a qualsiasi ora troverete un tavolo pronto con un bel gioco è persone disposte a giocare con voi, a spiegarvi le regole, ad aiutarvi a giocare, a divertirsi insieme a voi!
Fossi in voi non perderei l’occasione.

Natale in gioco
I ragazzi del liceo Grassi in azione
I ragazzi del liceo Grassi in azione!

Il 16 e il 17 dicembre, invece, si gioca per l’intero fine settimana. La Lu(ri)doteca e la Tana dei Goblin di Latina (Boardgames Latina) in collaborazione ancora con il liceo scientifico G.B. Grassi e con Fabio Chiarello e grazie al patrocinio del Comune di Latina organizzano e propongono due giorni (!) dedicati al gioco da tavolo.
Nei locali della ex-Step in via Armando Diaz, 3 a Latina. Orari: 10.00-13.00 e 15.00-20.00 sia sabato che domenica.
Il nostro intento è quello di offrire la possibilità a chiunque di cimentarsi e misurarsi con un’attività diversa, magari ancora sconosciuta ma davvero divertente! Quale quale momento migliore del periodo natalizio per proporre spunti e possibilità di aggregazione differente?

Qui trovate il comunicato stampa dell’amministrazione comunale e qui il programma degli eventi (noi siamo capovolti).

[wpdevart_countdown text_for_day=”Giorni” text_for_hour=”Ore” text_for_minut=”Minuti” text_for_second=”Secondi” countdown_end_type=”date” end_date=”16-12-2017 10:00″ start_time=”1512464376″ end_time=”15,1,1″ action_end_time=”hide” content_position=”center” top_ditance=”10″ bottom_distance=”10″ ][/wpdevart_countdown]